La coach Luisa è italo americana. Nata in una famiglia di imprenditori, Luisa ha seguito dal 1990 la stessa strada.

Possiede ed amministra proprietà immobiliari in Italia e negli Stati Uniti. Ha un grande successo internazionale nel campo delle ristrutturazioni di case  e nella compravendita. Lo scopo è di rendere le case piu’ belle per chi le compra, e di creare delle opportunità di ritorno d’investimento per se stessa. Ha anche un enorme successo nel campo degli affitti immobiliari, gestendo le decine di immobili di sua proprietà per avere entrate di reddito passivo.

Ha due lauree. Una in arte a Boston e una in storia dell’arte all’Accademia delle belle arti in Italia.

Tutta la vita Luisa ha gestito esperienze culturali e di storia, inclusa storia artistica, per decine di gruppi viaggiando in cinque continenti. Ogni mese mostra e vende la sua arte e sculture in almeno tre continenti quali Italia, Sud America, e Stati Uniti.

La sua arte è terapeutica e salutare, e trasmette messaggi attraverso lezioni e coaching di sviluppo personale inclusa la manifestazione fisica della vita dell’anima. Usa risorse naturali, ottime per l’ambiente e il nostro pianeta Terra, come vetro, bronzo, e pietra. La fonte di ispirazione è il coaching e la letteratura, e le sue opere e capolavori manifestano cultura, storia e psicologia umana.

Tramite l’arte, le proprietà, i viaggi, Luisa rivela i segreti più profondi delle migliaia di persone con cui viene in contatto in modo che loro comprendano meglio se stessi.

Dal 2008, Luisa ha completato e ottenuto certificazioni con: Harv Eker, Anthony Robbins, Robert Kiyosaki, Stephen Covey, Brian Tracy, Robert Allen e tanti altri, e lavora dal 2008 con la Dottoressa Elena di Hai Potere.

Suo marito, il Dottor Erik, è curatore del più grande museo degli Stati Uniti: il Chrysler.

Le sue quattro figlie hanno studiato tutte grazie a borse di studio in tutto il mondo e soprattutto in Italia e ora lavorano a livello internazionale.

Luisa ha seguito come coach circa trenta clienti italo americani al mese, per reclamare le loro origini per poter ottenere la cittadinanza.